Formula 1 | GP Australia, Valtteri Bottas: “Devo migliorare però… accidenti a quella bandiera gialla!”

Al termine del primo giorno ufficiale in Mercedes, Valtteri Bottas ha già ammesso di avere ancora tanto da migliorare per reggere il confronto con il compagno di squadra

Il sogno, alla fine, si è avverato: Valtteri Bottas è ufficialmente da oggi un pilota della Mercedes.
Il suo esordio al volante della W08 EQ Power+ è stato notevole, dal momento che è riuscito a concludere il primo venerdì di prove libere della stagione in terza posizione.
Tuttavia… non è abbastanza per un team così blasonato come quello di stanza a Brackley: gli uomini della Casa a Tre punte, infatti, si sono troppo abituati a vedere le loro Frecce d’Argento sempre in prima o seconda piazza, quindi dover constatare di avere la loro nuova nata “solamente” al terzo posto… fa storcere un po’ il naso.

Il finlandese, autore di un interessante 1’24”176, è stato infatti preceduto di soli nove millesimi dalla Ferrari di Sebastian Vettel ma, soprattutto, dalla monoposto gemella del compagno di squadra, quel Lewis Hamilton in vetta alla classifica dei tempi e distante oltre mezzo secondo.
C’è da dire che il miglior tempo di Bottas è stato anche condizionato da una bandiera gialla, esposta per la Williams di un Felipe Massa ferma a bordo pista, quindi… com’è andata Valtteri?

Sono molto soddisfatto dal mio passo nella simulazione di gara, tuttavia è in quella di qualifica che devo assolutamente migliorare. Il gap che ho da Lewis lo spiego solamente per una mia mancanza di esperienza, tuttavia oggi sono stato anche rallentato da una bandiera gialla. Sia ben chiaro, non cerco scuse: ho ancora tanto lavoro da fare, non c’è un settore particolare in cui sono lento, il mio obiettivo è migliorare in tutta la pista!”.

E per quanto riguarda la sfida in casa con Hamilton? “Sarà una bella lotta! Non sarà facile raggiungere il suo livello di preparazione, né tenergli testa. Ma voglio procedere per gradi, oggi è solo il primo venerdì della stagione: voglio prendermi un po’ di tempo per sentirmi a mio agio, in modo da poter arrivare nel più breve tempo possibile esattamente dove voglio”.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi
Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.