Formula 1 | GP Australia, Daniel Ricciardo: “Weekend da dimenticare, guardo avanti”

L’australiano volta pagina dopo la serie di guai incontrati tra ieri e oggi, focalizzandosi sul prossimo appuntamento in programma

La maledizione continua. Il GP d’Australia rimane stregato per Daniel Ricciardo, costretto al ritiro dopo la qualifica disastrosa di ieri. L’escalation di problemi è iniziata con il botto contro le barriere durante la Q3, per poi continuare oggi durante l’installation lap, dove la RB13 ha registrato un problema alla scatola del cambio. In pratica, il GP dell’australiano è finito lì.

Ricciardo è stato riportato ai box dove ha atteso che i meccanici completassero freneticamente le riparazioni, mentre intanto la gara era partita. Daniel è entrato in pista al secondo giro: giusto il tempo di effettuare qualche sorpasso e raccogliere alcuni dati ed ecco che la RB13 si ferma dopo la curva 3, con la power unit Tag Heuer KO.

“Tutto quello che poteva andare storto l’ha fatto – ha commentato l’idolo di casa, mai così sfortunato nel suo GP – Sono solo contento di poter voltare pagina e guardare avanti. Certo, è stata una settimana divertente qui a Melbourne con i miei fan, ma il risultato è da dimenticare. Mi dispiace perché c’era tantissima gente venuta a supportarmi, molta di più che non per gli altri piloti”.

“La situazione ci è sfuggita di mano ieri, poi tutto è andato sempre peggio. Dopo l’incidente c’è stata la penalità di cinque posizioni in griglia, poi il problema durante l’installation lap e il guasto alla power unit, probabilmente legato al pescaggio del carburante. Non c’era nessuna procedura che potessi seguire per rimanere in pista e sistemare la macchina”.

Ma non è solo allarme per l’affidabilità: anche le prestazioni della RB13 non hanno convinto. “Il passo di Max era migliore di quello mostrato ieri, ma ancora non siamo dove vorremmo. Quando ho cominciato la gara oggi l’ho fatto solo per raccogliere dati, che è sempre utile. Ora voglio solo guardare alla Cina. Quando mi sveglierò domani cercherò di dimenticare quanto accaduto oggi e voltare pagina”.

Scritto da: Luca De Franceschi

Luca De Franceschi
Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.