Formula 1 | Wolff: “Wehrlein deve crescere, non bisogna bruciare le tappe”

Toto Wolff ha spiegato le ragioni del mancato ingaggio di Wehrlein, assicurando che il giovane pilota rimane il sostituto numero uno

Con la conferma di Bottas alla guida della Mercedes per la stagione 2017, si chiude la saga che più ha animato questa edizione del mercato di piloti. Passato il trambusto, è il momento di mettere le cose in chiaro e a farlo è proprio Toto Wolff, il quale ha parlato del lato positivo della decisione di Rosberg e delle ragioni che lo hanno spinto a non promuovere Wehrlein.

Mi piace vedere il ritiro di Nico [Rosberg] come un’opportunità e non una preoccupazione, magari ci permetterà di trovare un nuovo talento.” ha esordito il team principal Mercedes.

Wolff ha poi risposto a coloro che lo hanno accusato di non aver dato una possibilità ad Ocon o Wehrlein, affermando che entrambi i due talenti Mercedes necessitano di tempo per crescere e per questo non bisogna bruciare le tappe.

“Pascal [Wehrlein] è veloce e brillante, rimane il sostituto numero uno. La nostra volontà è che crescano in un ambiente adatto. Devono sbagliare e imparare e questo non avrebbero potuto farlo in un top team come la Mercedes.” ha ammesso Wolff, aggiungendo: “Dobbiamo lasciare loro il tempo necessario, non vogliamo distruggere la carriera dei nostri giovani piloti. Pensiamo a Pérez o Magnussen: arrivati troppo presto e impreparati alla McLaren”.

Infine Wolff ha spiegato la situazione dei due giovani piloti Mercedes, comparandola con l’esperienza di Max Verstappen.

Prendiamo Verstappen: ha avuto la sua fase di crescita in Toro Rosso e quando è approdato in Red Bull non ha dovuto affiancare Hamilton o lottare per il mondiale. Ha commesso anche alcuni errori, come ad Austin o a Monaco: è giovane e può permetterselo ma non avrà una seconda chance.” ha concluso il Boss Mercedes.

Scritto da: Anna Polimeni

Anna Polimeni
Mi chiamo Anna, ho 19 anni e vengo da Torino. La F1? la mia passione, il mio mito? Ayrton Senna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.