Formula 1 | Pastor Maldonado sul suo futuro: “Il ritiro di Rosberg, mi avrebbe potuto…”

Alla fine del 2015, Pastor Maldonado lasciava la Formula 1 dopo 5 stagioni disputati. In un’intervista, ha risposto alle varie voci circolate su di lui.

Alla fine del 2015, Pastor Maldonado salutava la Formula 1 dopo cinque stagioni disputati con la Williams e Lotus. Nel corso della stagione 2016, è stato visto in qualche occasione nel paddock mentre dava un’occhiata alla ricerca di un possibile sedile, con la speranza di poter tornare a gareggiare. Nelle ultime settimane, è stato indicato come un possibile candidato ad un volante in Sauber, ma anche alla Indycar. Pastor ha un forte interesse a tornare a correre in pista, si spera anche presto, l’importante è che possa contare su un progetto di alto livello.

In un’intervista, il venezuelano, ha spiegato cosa è successo alla fine del 2015, e come ha vissuto la stagione 2016 da pilota finito ”momentaneamente” in panchina: “Un anno fa, ho deciso di prendermi una stagione di “stop”, visto che non avevo la prospettiva di poter pianificare un 2016 di qualità. Così mi sono dedicato alla famiglia, e devo dire che, pur mancandomi la pista, ho assaporato la gioia di vivere un anno a stretto contatto con i miei cari. Poi, forse un po’ in ritardo, ho iniziato a guardarmi intorno per valutare la possibilità di tornare a indossare casco e tuta”.

Poi, sulle voci che lo volevano in procinto di passare alla Indycar, Pastor ha così commentato: “Sento tante voci sul mio conto, ma sono notizie che non arrivano da me. Lo scorso anno ho assistito ad una gara Indycar a cui sono stato invitato, e probabilmente c’è chi ha collegato questa presenza ad un mio programma nella serie. In realtà di concreto non c’è nulla, ed anche in questo caso se accetterò una proposta è perché ritengo che sia di qualità, con le giuste condizioni per disputare una buona stagione”.

Il pilota ha anche parlato di Formula 1 e delle voci che lo vorrebbero interessato al ritorno nel Circus: “Ho valutato e sto valutando tutte le possibilità relative ad un programma professionale, ed ovviamente la Formula 1 è una delle categorie che mi interessano. Ho avuto delle possibilità di tornare nel Circus, ma vorrei farlo nelle condizioni giuste, non come quelle che ho avuto nella mia esperienza precedente. Dopo il ritiro di Rosberg si sarebbe potuta creare una situazione che in cascata mi avrebbe garantito una buona chance, ma le cose sono andate diversamente. In alternativa, c’era solo la possibilità Sauber, che è un buon team, con molta esperienza, ma che sta affrontando un momento difficile. Ci siamo sentiti, ma non c’erano le condizioni per soddisfare entrambe le parti. È un momento duro per diverse squadre di Formula 1, non solo per la Sauber. Molti team devono prendere decisioni dettate quasi esclusivamente da motivazioni economiche”.

Infine, gli è stato chiesto se abbia mai pensato ad un futuro in altre categorie. A tale domanda, Maldonado ha risposto: “Sì, mi sono guardato intorno a 360°. Dal WEC, alla Indycar, ma anche alla Formula E. Ma al momento non ho concretizzato nulla. Se non troverò chance importanti, resterò tranquillo. Ho voglia di tornare in pista, ma a patto di farlo bene”.

Scritto da: Giorgia Meneghetti

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, 30 anni, residente a Fermo nelle Marche. Appassionata di cavalli, e di Formula 1 fin dal 1998 quando correva il mitico nonché mio idolo Michael Schumacher con la Ferrari, di cui sono tifosa sfegatata. Un’altra mia passione si chiama Fernando Alonso, un pilota che apprezzo molto, che sogno di poter incontrare un giorno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.