Come restaurare la propria moto
Copyright © - Pixabay.com

Come restaurare la propria moto. Ecco una serie consigli per ottenere il miglio risultato

Con l’inizio della bella stagione, tutti gli appassionati delle due ruote cominciano a preparare il proprio mezzo. Sicuramente prima di una gita fuori porta o di un’escursione con amici sarebbe meglio dedicare alla nostra moto le giuste attenzioni.
Il discorso vale sia per le moto nuove, ma soprattutto per quelle d’epoca. Il restauro di queste ultime, infatti, ha bisogno di cura, conoscenza e attenzione. Ci sono due modi iniziare a metter mano al vostro gioiello su due ruote; o vi affidate alla professionalità di un carrozziere, o potete prendere la strada del “fai da te”. Una soluzione che potrebbe sembrare difficile ma vi farà risparmiare tempo e denaro.
Quindi vediamo insieme una serie di piccoli consigli per restaurare la vostra moto con la sicurezza di avere un risultato ottimale.
Non dimenticate di fare un bel controllo degli attrezzi da utilizzare.

Cominciamo a smontare le varie parti, iniziando dall’impianto elettrico. Potremmo trovarci davanti a molti pezzi quindi per facilitare, poi, l’operazione di montaggio, è consigliabile etichettare le varie parti, così da non confondersi.

La parte più complessa potrebbe essere la sverniciatura.

In questo caso ci viene incontro la tecnologia,  il consiglio è quello di utilizzare una sabbiatrice ad aria compressa, la quale ci permetterà di eliminare tutta la vernice fino ad arrivare al ferro.
Una volta terminata quest’operazione, restaurate le varie parti danneggiate, arrugginite o rotte.

Dopo la sabbiatura carteggiamo delicatamente e puliamo a fondo tutte le parti metalliche. l’operazione successiva consiste nel passare un fondo protettivo , così da evitare l’ossidazione.
A questo, si può iniziare a verniciare con la tinta scelta, questa operazione è molto delicata, quindi non iniziate se non siete realmente esperti.
La fase successiva è quella di ripristinate le parti in ferro e i bulloni tramite la tecnica della cromatura, della della brunitura o della zincatura.

E’ arrivato finalmente il momento di rimontare le varie parti precedentemente etichettate. Abbiamo quasi finito !!! Controlliamo il funzionamento della moto così da non dover che aspettare prima domenica di sole per risalite in sella al vostro veicolo.

Articolo scritto in collaborazione con Turbotecnica, azienda leader da anni nella vendita di sabbiatrici e di Impianti e soluzioni di granigliatura per il trattamento delle superfici.