Top Gear Italia

La prima puntata di Top Gear Italia scalda i motori

Top Gear Italia, prodotto da Toro Media, non ha tradito le aspettative e nella prima puntata. L’auto sarà protagonista assoluta del programma ma la sua declinazione sarà tutt’altro che canonica: test, sfide e gare su pista saranno trattate con lo spirito ironico e divertente che hanno fatto di Top Gear un programma trasversale di enorme successo sul pubblico di ogni età, incluso quello femminile.
Nella parte iniziale abbiamo visto ciò che vedremo nelle prossime settimane , con una clip divertentissima. Dai tornanti più spettacolari delle Dolomiti, alle piste di sabbia del Marocco, Top Gear Italia sfiderà Guido Meda, Joe Bastianich e Davide Valsecchi in prove al limite del possibile, in un viaggio goliardico e rocambolesco, davvero unico nel suo genere.

Li vedremo infatti impegnati in adrenaliniche gare di velocità a bordo di supercar di ultima generazione, sfidare il temibile traffico delle Capitale nell’ora di punta con diversi mezzi, tra cui un anfibio; testare su strada e su pista ogni genere di veicolo, dai potenti bolidi da decine di migliaia di euro alle biciclette, dalle auto vintage anni ’80 agli ultimi modelli lanciati sul mercato; modificare e truccare delle semplici utilitarie fino a trasformarle in perfette “Papamobili” adatte al Pontefice, e persino tentare di distruggere dei “miti” come la leggendaria Panda 4X4 o dei vecchi “scassoni” nella divertente gara del “Demolition Derby”, un classico di Top Gear.

C’è stato anche il battesimo di Joe Bastianich protagonista del “Pressure Test“insieme a Umberto Scandola, campione italiano rally e pilota ufficiale Skoda Italia Motorsport.
La prima ospite è stata Cristiana Capotondi che con il suo tempo di 2’01.70 è stata la prima provare il circuito.

sfida_top_gear_gardalandNel frattempo la sfida si è spostata a Gardaland dove Joe a bordo della McLaren 650S, Guido con Ferrari 458 Speciale e Davide sulla Nissan GT-R, hanno sfidato STIG sulla Jaguar F-Type R.
Secondo voi chi ha vinto la sfida ???

top_gear_Cristiana_Capotondi

 

Tra i primi ospiti Guardiamo troviamo Cristiana Capotondi. Il tempo dell’attrice è un “signor tempo”: 2:01.7. “Sono molto competitiva con i ragazzi, sia per quanto riguarda i motori che il calcio. Mi piacciono molto le Audi” – ha poi dichiato Cristina.

La serata si conclude con Guido Meda, alla guida della mitica Panda 4×4 anni 80, una delle macchine più leggendarie della storia automobilistica italiana.
Guido tenterà in tutti i modi di fermare una volta per tutte il motore della piccola utilitaria. Dall’allagamento, alla cava, all’elicottero.
top_gear_panda_4x4Alla fine la spunterà la Panda – “Incredibile, funziona ancora! La Panda 4X4 è veramente indistruttibile!” – queste le parole di Guido.
Appunatemento a settimana prossima.

 

 

 

Guarda la divertentissima clip:

Scritto da: Silvano Lonardo

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e fotografia, mi occupo di progettare e sviluppare applicazioni web. Mi occupo di SEO, web marketing e Google Adwords. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.