Stroll: “La Ferrari punta sui veterani. Alla Williams più chance”

In una recente intervista rilasciata a motorsport.com, il giovane pilota Lance Stroll ha parlato delle motivazioni che l’hanno spinto a lasciare la Ferrari Driver Accademy per approdare alla Williams come development driver.

stroll-la ferrari-punta-sui-veterani-alla-williams-più-chanceCi sono vari motivi: la Williams ha una grande tradizione riguardo i giovani piloti, negli anni ha dato molte chance per debuttare in F1.” ha esordito il canadese.

Lance Stroll è figlio di Lawrence Stroll, ex proprietario di Raplh Lauren, nel 2014 ha debuttato nella F4 italiana vincendo il campionato e dal 2010 fa parte della FDA. L’anno scorso ha corso in F3 con la Prema Powerteam, terminando la stagione in quinta posizione

La Williams si avvicina di più a quello che è il mio obbiettivo, mi ha offerto una posizione allettante al simulatore, in più avrò la possibilità di provare vetture degli anni precedenti. La Ferrari usa un approccio differente, preferisce sostenere i veterani affinché vincano il campionato– ha spiegato il 17enne – il mio programma alla FDA era molto più fisico e mentale. Accade lo stesso alla Williams, ma nello stesso tempo lavoro di più al simulatore e partecipo ai GP dove mi posso confrontare con gli ingegneri.

Tuttavia, Stroll ha ammesso che non è stato facile lasciare il team di Maranello dopo i grandi risultati raggiunti con la FDA.

La Ferrari è la squadra più grande nel motorsport, ovviamente non è stato facile andare via ma quella della Williams è davvero una grande occasione. Anche loro hanno una grande storia alle spalle, sono una famiglia e mi sento come a casa.”

Il percorso intrapreso dal canadese ha una certa familiarità con quello di Valtteri Bottas, anche il finlandese infatti, firmò il contratto da test driver con la Williams mentre gareggiava in F3. Dal canto suo, Stroll è fiducioso riguardo ad un possibile futuro in F1.

E’ il nostro obbiettivo, mi hanno proposto di entrare a far parte della squadra nella speranza di poter raggiungere questo scopo. Valtteri sta facendo un ottimo lavoro ma non riguarda solo lui, in passato ci sono stati altri grandi piloti che sono passati da qui e che hanno raggiunto traguardi importanti: come Rosberg e Button per esempio.” ha terminato il giovane pilota.

Scritto da: Anna Polimeni

Anna Polimeni
Mi chiamo Anna, ho 19 anni e vengo da Torino. La F1? la mia passione, il mio mito? Ayrton Senna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.