Ferrari: bilancio di una stagione e speranze per il futuro

Ferrari: bilancio di una stagione e speranze per il futuro

Si sta per chiudere la stagione 2015 della Formula 1 che calerà il sipario ad Abu Dhabi il 29 novembre prossimo ed è tempo di bilanci per la Ferrari. Anche se lontani dai gloriosi risultati che la scuderia di Maranello ha regalato ai tifosi, la stagione che sta per concludersi se confrontata con quella del 2014 è senza alcun dubbio positiva. Infatti mentre nel 2014 la Ferrari non è riuscita a vincere nemmeno una gara, chiudendo la classifica costruttori con un 4° posto, ad appena un anno di distanza il cavallino rampante ha vinto 3 gare lottando addirittura per il secondo posto nella classifica piloti fino al Gp del Brasile.

A solo una gara dalla fine del campionato i tifosi della Ferrari e soprattutto il team principal Maurizio Arrivabene può permettersi di guardare le due classifiche più che positivamente: nella classifica costruttori il miglioramento dal 4° al 2° posto è stato importante, ma nella classifica piloti il risultato è forse ancora più significativo, visto che si è passati dal 6° posto di Fernando Alonso del 2014 al 3° di Sebastian Vettel.

Insomma una Ferrari in crescita che ha saputo portare in pista l’enorme mole di lavoro fatto nei mesi scorsi. A tal proposito proprio Arrivabene fa capire che c’è grande fiducia in tutto l’ambiente per il futuro. Vettel ha fatto un grande lavoro e con gli sviluppi che verranno messi in atto nell’inverno davvero si potrebbe rivedere una Ferrari ancor più competitiva per la vittoria del titolo.

Finalmente, dunque, dopo una stagione molto deludente, come è stata quella del 2014, i tifosi della Ferrari tornano a sognare e sperano di poter vincere ancora il mondiale. Un mondiale che potrebbe tornare a Maranello già nel 2016? Nessuno può dirlo, forse un aiuto in tal senso potrà arrivare dai siti come quello di paddy power, che presto proporranno le quote sul prossimo campionato di formula 1 che si aprirà in Australia il 20 marzo.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *