Le Mercedes rialzano la testa, Vettel arranca

Le Mercedes rialzano la testa, Vettel arranca

Il circuito di Suzuka in Giappone è sicuramente uno dei più spettacolari nel circo della Formula 1 e la sua posizione alla fine della stagione lo rende uno dei più divertenti ed esigenti in assoluto. Nella sessione di prove di oggi le Mercedes hanno dimostrato nuovamente di essere le vetture più competitive in assoluto: sono infatti Rosberg ed Hamilton i primi due classificati nella griglia di partenza dopo le tre sessioni di qualifiche.

f1world.it-Bet365-GP-JaponIl tedesco ha ottenuto il miglior tempo in assoluto, facendo fermare i cronometri su 1 minuto, 32 secondi e 584, ben 76 decimi più veloce del suo compagno di squadra che a Suzuka cerca conferme per poter conquistare un titolo mondiale che lo ha visto dominare in lungo e in largo tutta la stagione. Al terzo posto della griglia partirà il sorprendente Valteri Bottas della Williams, che ha bruciato di poco Sebastian Vettel, il terzo incomodo vestito di rosso che ancora spera in un colpaccio dopo la vittoria dello scorso Gran Premio.

Rosberg è riuscito ad ottenere la pole anche grazie alla bandiera rossa che è sventolata in seguito al brutto incidente, per fortuna senza gravi conseguenze, di Daniil Kvyat, pilota della Red Bull, che ha sbattuto violentemente contro le barriere dopo aver perso il controllo della monoposto. Il giovane pilota russo di appena 21 anni, che fino ad ora ha ottenuto 66 punti, è stato molto fortunato a non riportare alcun danno dopo lo spaventoso fuoripista di cui è stato protagonista.

La grande performance delle due Mercedes lascia pochi spiragli a Vettel, come dimostrano anche i commenti degli esperti di scommesse sulla Formula 1 di questa web. Il tedesco dovrà effettuare una delle sue migliori partenze per evitare una fuga immediata dei primi due, soprattutto di Hamilton, che comanda il mondiale con 252

punti e con un’eventuale vittoria potrebbe cavare un solco importante di distacco soprattutto con il ferrarista, che fino ad ora ha raccolto 203 punti. Dal canto suo, Rosberg, con 211 punti all’attivo, potrebbe invece dare una sferzata alla lotta al vertice con il suo compagno di squadra. Questo GP si preannuncia dunque piuttosto incandescente, anche se dopo la bandiera a scacchi mancheranno altre 5 prove e i giochi potrebbero non essere ancora definitivamente decisi per quanto riguarda il titolo piloti, mentre quello costruttori ha già nella casa tedesca il padrone virtuale.

L’unica speranza per la Ferrari è che Vettel ristabilisca il suo gran feeling con Suzuka, un circuito dove il tedesco ha vinto in ben quattro occasioni, record superato solamente da Michael Schumacher, che nel circuito giapponese ha trionfato cinque volte. Tuttavia l’anno scorso è stato Louis Hamilton a imporsi per la prima volta, e il suo piazzamento al secondo posto della griglia di partenza lo pone sicuramente in vantaggio rispetto a Vettel. Bisognerà vedere cosa ne pensa Rosberg, che non cederà alcuno spiraglio al suo compagno di scuderia, memore di avere davanti a sé un’opportunità unica di ridurre il gap in cima alla classifica. Saranno dunque decisive le strategie di gara e, ovviamente, le soste ai box. Ossia, il ruolo degli strateghi e dei meccanici sarà importante quanto quello dei piloti.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *