Formula 1, Stroll nuovo azionista della McLaren? Solo voci infondate

Formula-1-lawrence-stroll-azionista-mclaren-smentisce-001

La McLaren si è nuovamente trovata alle prese con il dover smentire le ultime indiscrezioni che l’hanno vista al centro dell’attenzione anche se per una volta non è colpa di Fernando Alonso. Dopo i rumors che erano apparsi a riguardo della possibilità di Berger di prendere il posto di Dennis, hanno iniziato a girare alcune indiscrezioni che volevano Lawrence Stroll pronto a subentrare a Ojjeh e al fondo sovrano del Bahrain tra gli azionisti del team di Woking. La notizia era stata battuta da una rivista italiana che aveva suggerito come Stroll, intenzionato a entrare in Formula 1 ma con alle spalle il fallimento dell’acquisto della Sauber, si sarebbe trovato «l’opportunità di acquisire il controllo della McLaren», tanto che il nome di Berger come nuovo Team Principal sarebbe uscito proprio dal padre del neocampione dell’Italian F4 Championship, Lance Stroll.

Eppure sulle colonne di Pitpass.com è arrivata la secca smentita da parte della scuderia di Woking. «McLaren Group non è stata informata da alcuno dei suoi azionisti circa la volontà di vendere quote nella società. Prima di venderle, bisogna offrirle agli altri azionisti. Ecco il motivo per il quale si tratta di rumors privi di fondamento», ha confermato un portavoce.

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.