Rosberg e Ricciardo chiamati dai commissari: nessuna sanzione!

È stato un pomeriggio al cardiopalmo quello vissuto da Nico Rosberg e Daniel Ricciardo a seguito delle due sessioni di prove libere nel venerdì di Silverstone. Il tedesco e l’australiano sono stati richiamati dai commissari per aver effettuato dei sorpassi in regime di bandiera rossa, provocata da Felipe Massa, nel corso dei primi novanta minuti di turno. Al leader del mondiale viene imputato il sorpasso ai danni della Toro Rosso di Daniil Kvyat mentre il 24enne della Red Bull è balzato davanti alla Ferrari di Fernando Alonso. Sono stati minuti intensi visto che il regolamento vieta di effettuare manovre di sorpasso quando la sessione è interrotta.

Dopo poco più di un’ora, arriva la lieta novella: ne Rosberg, ne Ricciardo, finiti sotto investigazione, non sono stati penalizzati dai commissari per le manovre di sorpasso nelle libere 1. Il tedesco è stato scagionato in quanto il Kvyat ha rallentato fino a 38 km/h, portando automaticamente Nico a premere sul freno (lo dimostrano i dati della telemetria) e per di più il sorpasso è stato effettuato in un’area di ampia visibilità mentre per Ricciardo gli steward hanno preferito non prendere provvedimenti in quanto il sorpasso sarebbe avvenuto pochi istanti dopo l’esposizione della bandiera rossa.

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.