Marco Mattiacci nega i contatti con Newey e parla del futuro della Ferrari

Per la prima volta da quando si trova a ricoprire il ruolo di Team Principal della Ferrari, Marco Mattiacci ha preso parte alla tradizionale conferenza stampa della Federazione, rispondendo alle domande dei giornalisti in sala. L’italiano, che ancora sembra non essersi agglomerato completamente col gruppo di lavoro, ha il difficile compito di prendere per mano un team quasi allo sbaraglio e riorganizzarlo profondamente anche grazie ai maggiori finanziamenti che lo stesso Montezemolo ha affermato di voler investire nel team di Formula 1, limitazioni che negli anni passati hanno influenzato la gestione Domenicali. L’obiettivo di Mattiacci e della Ferrari è uno, tornare a vincere.
«Sto avendo un quadro abbastanza preciso dei problemi che abbiamo avuto finora, sappiamo bene quale sarà il nostro prossimo passo e ci dovrà portare ad un miglioramento progressivo di gara in gara, ed è su quello che stiamo lavorando. Siamo circondati da risorse straordinarie, le cose devono migliorare nettamente», ha esordito Mattiacci.

Dopo aver negato categoricamente qualunque approccio per convincere Adrian Newey a passare a Maranello, l’italiano ha spiegato quella che sarà la strategia della Rossa per recuperare terreno sulle dirette avversarie: «Siamo fiduciosi nel cercare di migliorare gara per gara ed essere più competitivi. Questa è la cosa di cui io sono assolutamente sicuro. A poco a poco, possiamo vedere che stiamo andando nella giusta direzione. Certo, la Mercedes ha fatto un lavoro impressionante, ma penso che abbiamo due grandi piloti e una squadra molto concentrata per colmare il divario. Quando sarà il momento opportuno per concentrarsi alla prossima stagione, è ancora troppo presto per dirlo», ha concluso.

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.