Al Carnevale 2014 di Rio rivive il mito di Ayrton Senna – FOTO

Come avevamo anticipato la settimana scorsa, il Carnevale di Rio si sarebbe tinto di suoni, colori e profumi della Formula 1 e di quello che è il suo pilota per eccellenza, Ayrton Senna da Silva. Il ricordo del pilota brasiliano ha rivissuto nel Sambodromo di Rio de Janeiro grazie alla scuola di samba Unidos da Tijuca, uno dei quartieri più noti della zona nord di Rio, per l’edizione 2014 del Carnevale ha deciso di rendere omaggio alla velocità e al paulista scomparso nel tragico fine settimana di Imola, nel 1994, una scelta non casuale visto che proprio quest’anno ricorre il ventennale dalla sua morte. Protagonisti della sfilata, oltre ovviamente al carro, anche Viviane Senna, sorella di Ayrton, col figlio Bruno, in rappresentanza della famiglia.

L’enredo della Unidos da Tijuca è intitolato Acelere, Tijuca!, che chiaramente riporta alla memoria degli appassionati e dei brasiliani quell’Acelera Ayrton! grazie ai suoi toni semplici ma armoniosi. E poi c’è la velocità, quell’ebrezza naturale della quale Senna aveva la necessità, ne sentiva il bisogno, una delle passioni dell’essere umano in generale. Il tutto avviene in un ipotetico Gran Premio di Tijuca, dove la Formula 1 non rappresenta solo una metafora, ma ha un ruolo primario nello sviluppo dell’enredo che parla di circuiti, box e pole position dove a spuntarla è un asso del volante, che ancora oggi riempie i cuori degli appassionati, Ayrton Senna: «Acelera Tijuca, eu vou com você, nosso lema é vencer, guiando o futuro, que um sonho construiu, Ayrton Senna do Brasil» (Accelera Tijuca, io sarò con te, il nostro motto è quello di vincere, guidando verso il futuro, un sogno costruito, Ayrton Senna del Brasile).

La Unidos da Tijuca è la scuola di samba più importante del bairro da Tijuca, nata nel 1931 e vincitrice del Carnevale nelle edizioni 2010 e 2012, soprattutto negli ultimi anni si è rivelata come grande innovatrice nel panorama sambistico carioca.

NextGen Gallery plugin is not activated.

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.