L’idea di Ecclestone: ecco come controllare i furbetti del budget cap

Siamo abituati alle sparate di Bernie Ecclestone, eppure, capita quella volta nella vita, in cui ne tira fuori una giusta. Dopo le prove che la Red Bull, qualche anno fa, avesse sforato il tetto massimo del budget cap, con netta rottura con le altre scuderie che invece si erano attenute al piano scelto tra i costruttori, il Patron della Formula 1 ha consigliato di inserire una taglia di un milione di euro a chiunque dovesse portare delle prove chiare che un team dovesse sforare il budget cap: «Il tetto massimo di spesa è stato approvato, entrerà in vigore. Tutti sono d’accordo per 200 milioni di dollari. Quello che non è stato concordato è cosa rientri in questi 200 milioni – ha raccontato Ecclestone all’Express – Sarà difficile».

E l’83enne sembra anche aver trovato una soluzione anche per chi vorrà fare il furbetto: «Il piano è di dare 1 milione a chi possa fornirci informazioni accurate». Ma i top team sono già sul piede di guerra e Dietrich Mateschitz avrebbe già preparato un piano di rilancio contro l’idea di Ecclestone.

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.