Formula 1 2014

Bye bye leggi doganali: India disposta a tutto per riavere la Formula 1

C’è voglia di Formula 1 in India e sicuramente il Paese asiatico ha posato importanti basi per assicurarsi il ritorno del Circus iridato, forse già dal 2015. Il Buddh International Circuit, almeno per questa stagione, è rimasto orfano della categoria automobilistica più importante a causa delle pesantissime tasse doganali, che i team sono obbligati a pagare per far entrare il materiale delle nel paese. Secondo le indiscrezioni che provengono dal Times of India, il governo avrebbe pianificato un importante modifica alla legge che prevede come tutto il materiale trasportato in India per la gara non sarà più considerato al livello della merce di importazione ma, a condizione che lasci il Paese entro 30 giorni, sarà esentato dal pagamento del dazio doganale.

E si può ben immaginare che, in una Formula 1 con sempre più Gran Premi e spostamenti da effettuare nel minor tempo possibile, non ci saranno problemi a portare via il materiale nell’arco di un mese. «Accolgo con favore questa decisione di modificare la politica di importazione per quanto riguarda il materiale legato alle gare di auto e moto – ha confessato Vicky Chandhok, presidente della federazione indiana – Questo permetterà all’India di ospitare molti più eventi motoristici di calibro internazionale». Una nuova norma che può cambiare le visioni sportive future dell’India, visto che nel 2013, per lo stesso motivo, è saltato il Gran Premio di Superbike.

Continua la lettura

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *