Sergio Perez

Sergio Perez
Sahara Force India
 

Nato a: Guadalajara
Il: 26 gennaio 1990
Debutto: 2011 (Australia)

Sergio Pérez Mendoza, noto anche come “Checo” Pérez , è un pilota di Formula 1 messicano, attualmente residente a Berlino in Germania. Sarà uno dei piloti ufficiali della Sauber nel Campionato Mondiale di Formula 1 2011. Sergio Pérez è il fratello minore del pilota Antonio Pérez della NASCAR Corona Series.

Pérez ha corso nel campionato statunitense Skip Barber Formula Dodge Series nel 2004, alla guida di una vettura sponsorizzata dalla società di telecomunicazioni messicana Telmex, finendo all’undicesimo posto.

Nel 2005 si trasferì in Europa per partecipare al campionato tedesco di Formula BMW ADAC. Terminò il campionato al 14° posto, guidando per il Team Rosberg. L’anno successivo finì il campionato al 6° posto.

Nel campionato A1 Grand Prix 2006, Pérez prese il via in una singola prova all’A1 Team Mexico. Egli fu il terzo pilota più giovane a prendere parte a quella competizione.

Nel 2007 passò alla F3 inglese. Gareggiò nella National Class – per telai vecchi – con la squadra T-Sport, vincendo il campionato con un notevole margine. Egli vinse due terzi delle gare ottenendo altrettante pole position.

Nella stagione 2008, egli e la squadra T-Sport si laurearono nella classe regina del campionato internazionale, dove Pérez fu uno tra i pochi piloti ad essere dotato di un motore Mugen Honda. Dopo aver guidato il campionato all’inizio della stagione, alla fine chiuse al 4° posto.

Pérez guidò per la Campos Grand Prix nel GP2 Asia Series 2008-2009, compagno di squadra del pilota russo Vitaly Petrov. Egli è stato il primo pilota messicano a competere a questo livello da quando Giovanni Aloi prese parte alla Formula 3000 nel 1990. Egli vinse le prime due gare GP2 Asia Series a Sakhir, vincendo una gara sprint dopo essere partito dalla pole position. Raggiunse una seconda vittoria a Losail, durante la gara sprint della riunione notturna in Qatar.

Passò quindi alla Arden International per la GP2 Series 2009, guidando al fianco del compagno campione di Formula Tre Edoardo Mortara. Pérez finì dodicesimo in classifica, con un miglior risultato del secondo posto a Valencia. Fuori campionato, disputò due gare del GP2 Asia Series 2009-2010 per la Barwa Addax, quali test pet le GP2 Series 2010.Egli vinse cinque gare e finì al secondo posto a ridosso di Pastor Maldonado.

Il 4 ottobre 2010, la Sauber annunciò che Pérez avrebbe corso per la squadra nella stagione 2011, assieme al pilota Kamui Kobayashi ed al posto di Nick Heidfeld. L’accordo tra il pilota massicano e il team svizzero portò l’appoggio economico della Telmex, che lo aveva sostenuto per gran parte della sua carriera.

Pérez fece quindi il suo debutto in Formula 1 nel Gran Premio d’Australia 2011, a Melbourne. Il pilota messicano si mise subito in luce, giungendo settimo al traguardo dopo essere stato l’unico a completare la gara con un solo cambio gomme, ma venne squalificato per un’irregolarità dell’alettone posteriore della sua vettura. Nel resto della stagione Pérez non ottenne risultati di particolare rilievo, giungendo in zona punti in altre tre occasioni e chiudendo al sedicesimo posto nella classifica assoluta, con 14 punti.

La stagione 2012 iniziò in modo positivo per Pérez, che, dopo aver chiuso in ottava posizione il Gran Premio inaugurale in Australia, conquista il primo podio in carriera nel Gran Premio della Malesia. Dopo alcune gare fuori dai punti, finì nuovamente a podio, chiudendo al terzo posto dopo essere scattato dalla quindicesima posizione. Ormai quando la stagione era finita venne annunciato il suo passaggio in McLaren per la stagione successiva. Il 2012 con il decimo posto nella classifica generale e 66 punti.
Il 28 settembre 2012 fu ufficializzato il suo passaggio alla McLaren per la stagione 2013 al posto di Lewis Hamilton, passato alla Mercedes..
Nelle prime gare della nuova stagione, però, il messicano non ottenne dei buoni risultati, anche per via della scarsa competitività della vettura. La sua esperienza in McLaren terminò dopo solo un’anno, complice una vettura poco competitiva e la scarsa esperienza nel gestire la tensione.

Nel dicembre 2013 viene ufficializzato il passaggio di Pérez alla Force India per la stagione 2014,  grazie al supporto di sponsor personali. Una stagione sempre in lotta con il propio compagno di squadra. Una rivalità positiva perchè ha fatto crescere l’intero team.
La stagione si conclude conquistando il decimo posto nella classifica generale con 59 punti.

La stagione 2015 non iniziò bene per la Force India, che riuscì a far scendere in pista la nuova VJM08 solo nell’ultima sessione di test invernali. A metà stagione però, la Force India introdusse una versione profondamente evoluta della monoposto, che si rivelò nettamente più competitiva. A conferma dei progressi della monoposto riuscì ad ottenere ottimi piazzamenti, chiudendo al nono posto con 78 punti.

 

Attività agonistica:
2011: Sauber – 16° – 14 Punti
2012: Sauber – 10º – 66 Punti
2103: McLaren – 11º – 49 Punti
2014: Force India – 1oº – 59 Punti
2014: Force India – 9° – 78 Punti

Fonte Wikipedia