Home / Formula 1 2014 / Michael Schumacher: tracciato il computer del ladro della cartella clinica

Michael Schumacher: tracciato il computer del ladro della cartella clinica

Inizia a farsi chiarezza nella scomparsa della cartella clinica di Michael Schumacher. Nessun furto organizzato, tanto meno da qualche media, per avere lo scoop dell’anno. Dietro alla sparizione del report medico del sette volte campione del mondo di Formula 1, secondo indiscrezioni della BBC, si nasconderebbe una società di elicotteri svizzeri. Proprio da un computer del gruppo elvetico sarebbero partite le numerose e-mail, spedite ai giornali, nelle quali si provava a vendere il materiale a riguardo lo stato di salute di Schumacher. La polizia francese è risalita all’indirizzo IP con cui tutti i computer vengono identificati sulla rete localizzandolo vicino Zurigo. A destare ancora scalpore è il fatto che proprio la società di elicotteri svizzeri messa sotto torchio dalle autorità transalpine sarebbe la stessa che avrebbe dovuto inizialmente occuparsi del trasferimento del pilota dall’Ospedale di Grenoble, dove il tedesco è stato ricoverato in gravi condizioni il 29 dicembre scorso dopo un incidente sulle piste da sci di Méribel, a Losanna, nel centro ospedaliero universitario dove ora si sta tentando la sua riabilitazione.

Uno sviluppo inaspettato dopo che erano stati sospettati, nell’ordine, il personale medico e paramedico del nosocomio di Grenoble, i barellieri e gli infermieri dell’ambulanza che poi ha effettivamente trasportato il campione fino in Svizzera. Secondo il quotidiano francese Le Dauphiné Libéré, la società svizzera di elitrasporto era stata contattata nei giorni precedenti il trasferimento di Schumacher per capire se c’erano le adeguate attrezzatura a bordo e un servizio di assistenza sull’eliambulanza. Le indagini si chiudono ufficialmente in Francia per ripartire dalla Svizzera ma la sensazione generale è che Kagemusha, come si firmava il ladro, abbia veramente le ore contate.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.
x

Vedi anche

jules-bianchi

Formula 1 | Vige il silenzio sul tragico incidente di Jules Bianchi

Durante il Gran Premio del Giappone del 2014, sotto una pioggia spaventosa, ...