Home / Gran Premio Gran Bretagna / GP Inghilterra Formula 1 2014: le condizioni meteo hanno condizionato le qualifiche

GP Inghilterra Formula 1 2014: le condizioni meteo hanno condizionato le qualifiche

Silverstone, 5 luglio 2014 – Il pilota Mercedes, Nico Rosberg, ha ottenuto la pole position per il Gran Premio d’Inghilterra, utilizzando gli pneumatici P Zero White medium, nominati a Silverstone insieme ai P Zero Orange hard. Ma il protagonista di oggi è stato, soprattutto, il Cinturato Green intermediate, utilizzato durante una sessione di qualifiche quanto mai caratterizzata da meteo variabile; tant’è che in pista si sono viste gomme dure, medie, intermedie e wet.

Rosberg ha valutato alla perfezione il fattore meteo, ed ha approfittato di una pista quasi asciutta per andare ad agguantare la pole proprio nella fasi finali della qualifica, con un margine notevole di 1,6 secondi dalla Red Bull di Sebastian Vettel.
Le qualifiche sono iniziate sul bagnato, dopo la pioggia della notte. Quindi, tutte le monoposto hanno montato gomme intermedie per la Q1. Con pista più asciutta i piloti sono passati a gomme medie, prima che cominciasse ancora a piovere.

Questo è stato l’andamento di tutta la qualifica: nella Q2 i piloti sono partiti con le intermedie per poi passare alle medium verso la fine: questo schema si è ripetuto anche nella Q3.
Anche se quando i piloti  sono passati alle medie la pista non era ancora completamente asciutta, proprio la mescola media ha permesso a Rosberg di segnare il miglior tempo (con solo un secondo di differenza rispetto a quello che aveva fatto registratre ieri, con pista completamente asciutta).
Anche l’ultima sessione di prove libere di questa mattina si è tenuta sotto la pioggia. Vettel è stato il più veloce, davanti al suo compagno di squadra Daniel Ricciardo, entrambi con gomme intermedie.

Il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery, ha commentato:Le qualiche di oggi sono state molto complesse a casusa del tempo variabile. E’ stato fondamentale riuscire a valutare il punto di crossover e il livello di grip in continua evoluzione. Infatti, abbiamo avuto delle sorprese nella composizione della griglia. Per domani, prevediamo due soste.

Le previsioni di strategia Pirelli:
I 52 giri del Gran Premio d’Inghilterra possono essere affrontati con una strategia a due soste, anche se alcuni piloti che partiranno dalle ultime posizioni in griglia potranno tentare una sola sosta.
Secondo la nostra previsione, la strategia più veloce è medium-medium-hard, con cambi al 23° e al 45° giro.
Anche una strategia a tre soste potrebbe funzionare (medium-medium-medium-hard) con cambi al 18°, al 34° e al 51°giro. Ma questa rischia di bloccare i piloti nel traffico delle ultime fasi di gara.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto

Scritto da: Pirelli Press Area

Pirelli Press Area

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.
x

Vedi anche

test pneumatici 2017 ferrari

Formula 1 | TEST Abu Dhabi 2016, Pirelli: terminati i test con pneumatici 2017

L’ultimo giorno dei test con pneumatici in versione 2017 (su un totale ...