Simona de Silvestro: 1200 chilometri in 3 giorni a Valencia

Vuole conquistarsi il posto da titolare, in Sauber, il prossimo anno. È determinata a riuscirci Simona de Silvestro che dopo un primo test a Fiorano, a fine aprile, è tornata in pista con la monoposto elvetica. La driver svizzera la settimana scorsa ha portato a termine una tre giorni di test con la Sauber C31 del 2012 sulla pista di Valencia, un ulteriore passo in avanti nell’ambito del programma di lavoro del team di Hinwil per averla titolare nella stagione 2015 di Formula 1. Simona ha portato a termine 323 giri per un totale di 1200 chilometri che però non le permettono ancora di prendere la super licenza FIA visto che i giri sono stati effettuati su una vecchia monoposto.

«Penso che anche questa sessione è andata piuttosto bene. Ho avuto modo di fare un sacco di chilometri e provare diverse cose per avere un buon feeling con la vettura. Mi sento a mio agio e questo è davvero grandioso», ha commentato la 25enne svizzera dopo l’intensa 3 giorni spagnola. «Abbiamo continuato da dove avevamo concluso a Fiorano. Sono state portate avanti delle simulazioni di qualifica, per comprendere come sfruttare tutto il potenziale delle gomme in un solo giro e poi ci siamo dedicati anche ai long run con diversi carichi di benzina. Nel complesso, sono stati tre giorni positivi e abbiamo registrato progressi costanti. Ma questo non vuol dire che all’inizio sia andata male, anzi. Simona ha imparato a sfruttare al meglio vettura e gomme, sia nel lung run che nei giri singoli», ha concluso Paul Russel, responsabile della squadra test della Sauber, che ha voluto dare un proprio giudizio sul lavoro svolto dalla tester elvetica.

Autore

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *