Home / Formula 1 2014 / Mattiacci alla riorganizzazione della Ferrari: «Mai contattato Newey!»

Mattiacci alla riorganizzazione della Ferrari: «Mai contattato Newey!»

Davanti a un rifiuto è sempre meglio negare che questo ci sia stato, oppure chi tra le due parti dice una bugia? In un certo senso è quello che sta accadendo in casa Ferrari. Dopo l’allontanamento di Stefano Domenicali, perché a distanza di mesi non siamo ancora pronti a scommettere che sia stato volontario, le redini del team sono state date a Marco Mattiacci, manager Ferrari proveniente dagli States senza alcuna esperienza nel mondo del Motorsport. Il podio ottenuto da Alonso in Cina, aveva fatto ben sperare i tifosi per il risorgere del Cavallino Rampante ma sono bastate un paio di gare per gettare tutti nuovamente, all’inferno. Quello che è certo, è che soprattutto da quando Domenicali non veste più il ruolo di team principal della Rossa, Montezemolo è stato molto più presente ai Gran Premi, era anche al Montmelò, dove voci, non solo di corridoio, hanno affermato che il numero uno di Maranello si sarebbe incontrato con Adrian Newey, nella speranza di portarlo in Ferrari, ma senza risultati.

E proprio da quando, durante il Gran Premio del Canada, la Red Bull ha confermato il prolungamento del contratto con l’ingegnere britannico la delusione in casa Ferrari è senza dubbio aumentata. Questo perché oltre al no di Newey, la Rossa ha incassato anche il rifiuto di Andy Cowell, responsabile power unit di Mercedes, che ha preferito restare in quel di Stoccarda. Le prestazioni della power unit V6 turbo made in Maranello continuano a deludere e nemmeno il grande pacchetto di aggiornamenti promesso per l’appuntamento mondiale appena passato sembra aver dato i suoi frutti. Nonostante le voci dal paddock di Montmelò e la conferma dello stesso Helmut Marko di un contatto tra la Ferrari e Newey, a Maranello continuano a negare tutto! Marco Mattiacci, team principal della Rossa, intervistato dal magazine inglese Autosport, ha ammesso: «Perché dovrei essere dispiaciuto? Come ho detto a Montecarlo non abbiamo mai contattato Adrian Newey. Va bene che continui a lavorare per la Red Bull», ha affermato Mattiacci rispondendo alle insistenze del giornalista.

La Ferrari, in questa stagione, ha offerto un sodalizio multi milionario all’inglese per convincerlo a passare in quel di Maranello, il contatto c’è stato esattamente come il doppio due di picche. Quello a cui rimane difficile credere è come il povero Mattiacci fosse allo scuro di tutto, oppure dopo l’addio di Luca Colajanni, la Ferrari ha ritrovato un nuovo Pinocchio?

Condividi questo articolo se ti è piaciuto

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.
x

Vedi anche

jules-bianchi

Formula 1 | Vige il silenzio sul tragico incidente di Jules Bianchi

Durante il Gran Premio del Giappone del 2014, sotto una pioggia spaventosa, ...