Home / Piloti / Daniel Ricciardo / GP Canada Formula 1 2014: le dichiarazioni a caldo

GP Canada Formula 1 2014: le dichiarazioni a caldo

Lewis Hamilton – Ho avuto un guasto ai freni. Non posso aggiungere altro. Abbiamo avuto anche problemi di potenza ma il ritiro è stato causato da un guasto ai freni. Anche Nico ha avuto dei problemi ma è riuscito comunque ad arrivare secondo, questo è l’unico lato positivo della gara. Stavo benissimo in corsa e dopo il secondo pit stop stavo riprendendo Nico quando sono stato costretto al ritiro: sono stato solamente sfortunato.

Fernando Alonso – Il passo gara non era quello che volevamo. Nel primo stint siamo stati molto lenti poi siamo migliorati. Inoltre avevamo poca velocità di punta e durante le battaglie ovviamente è stata dura. Sicuramente lavoreremo per migliorare tutto il possibile, l’obiettivo è diventare più competitivi. Qui ci abbiamo provato, ma anche tutti gli altri hanno fatto dei miglioramenti. Volevamo guadagnare qualche punto sulla Red Bull per il secondo posto costruttori ma non è stato possibile, loro hanno vinto la gara. La vittoria della Red Bull è stata una sorpresa, dai test non era ipotizzabile una Red Bull vincente dopo otto gare, ma l’hanno fatto e questo dimostra che è necessario lavorare continuamente perchè le cose possono cambiare velocemente. Questa loro vittoria è quindi uno stimolo anche per noi perchè tutto può succedere.

Nico Rosberg – È stata una battaglia già in partenza, nono sono partito bene, ma ho tenuto il vantaggio alla prima curva e poi è stata una battaglia contibua. Ho tenuto il vantaggio fino al secondo pit stop, poi lì c’è stato un problema, non ho capito bene, ma ho perso potenza, mi sono trovato lento sui rettilinei. Quindi ho cercato di tenere fino alla fine ma non ha funzionato contro Daniel.

Daniel Ricciardo – Sono ancora in stato di shock, grazie a tutti. È ridicolo, vedo che ci sono tantissime bandiere australiane. La corsa ha preso vita negli ultimi 15-20 giri, anche Rosberg rallentava sui rettilinei, ho lottato per superare Perez e ci ho provato nell’ultima chicane, dove ho fatto un bel passaggio in curva 1. Sono riuscito a vedere Nico davanti a me, la situazione è davvero incredibile.

Sebastian Vettel – Le macchine motorizzate Mercedes erano troppo veloci per noi quindi era davvero difficile superare le Force India e poi dovevamo guardarci anche dalle Williams.Ho quindi deciso di modificare la mia strategia e ho perso quindi una posizione a vantaggio di Daniel. Alla fine sono riuscito a superare Perez ma anche con il DRS era difficile. Poi c’è stato l’incidente, Felipe è arrivato come un missile ma sono riuscito a schivarlo. Sono stato fortunato a non essere rimasto coinvolto nell’incidente. Congratulazioni a Daniel, oggi è il suo giorno. La gara si è decisa alla fine, la Mercedes ci ha aiutato con i suoi problemi ma noi siamo stati bravi a capitalizzare. Non eravamo molto veloci in rettilineo, quindi questo non ha aiutato la nostra strategia, siamo rimasti bloccati dietro alle Force India. Ma oggi è un giorno speciale, è la prima vittoria di Daniel e la prima di quest’anno per la Renault. C’è ancora molto lavoro da fare.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto

Scritto da: Silvano Lonardo

Silvano Lonardo
Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e fotografia, mi occupo di progettare e sviluppare applicazioni web. Mi occupo di SEO, web marketing e Google Adwords. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.
x

Vedi anche

Formula 1 | Minardi: “Alonso gestito male, la Mercedes è la sua ultima chance”

Alla luce degli hot topics della settimana, Gian Carlo Minardi ha commentato ...