Home / Piloti / Fernando Alonso / GP Canada 2014, Fernando Alonso: «Gara dura ma abbiamo provato a lungo»

GP Canada 2014, Fernando Alonso: «Gara dura ma abbiamo provato a lungo»

Nella hospitality della Ferrari, che in questa occasione galleggia sul bacino di canottaggio olimpico del 1976, Fernando Alonso ha iniziato il proprio lavoro con i media in vista del Gran Premio del Canada con il tradizionale incontro stampa del giovedì. E come accade una volta ogni quattro anni qui a Montreal le prime domande sono state relative alle chance di vittoria della Spagna di calcio nella Coppa del Mondo che sta per iniziare in Brasile, una manifestazione a cui le Furie Rosse arrivano da campioni in carica: «Ci sono molti alti e bassi nel calcio, ma negli ultimi anni la Nazionale ha fatto la felicità di tutto il Paese. Le aspettative saranno anche questa volta molto alte, speriamo che i ragazzi ci rendano felici ancora!»

Poi, il discorso è passato sui temi di questo fine settimana, molto più seri e professionali: «Sarà una gara dura perché su questa pista ancora una volta, a differenza di Monaco o Barcellona, il fattore dominante sarà la potenza della power unit – ha detto il pilota della Rossa – Non credo che qui avremo vita facile ma il tracciato mi piace e i risultati degli ultimi quattro anni sono stati positivi: mi aspetto un buon weekend dal quale spero arrivino punti pesanti. Abbiamo alcuni aggiornamenti sui quali abbiamo lavorato nelle ultime settimane provandoli a lungo al simulatore. Qui il giro è corto e i tempi saranno molto ravvicinati, ciò significa che uno o due decimi in più o in meno possono valere una differenza di sei o sette posizioni». Dato il dominio di un solo team fino a questo momento della stagione, a Fernando è stato poi chiesto a quale punto dell’anno il Cavallino Rampante dovrebbe iniziare a concentrarsi sul campionato 2015.

«Dobbiamo continuare a lottare per obiettivi importanti, ci sono dei traguardi che vogliamo raggiungere in questa stagione – ha affermato lo spagnolo – Ovviamente non dobbiamo rischiare di compromettere il progetto del prossimo anno ma non c’è un grande conflitto: continueremo lo sviluppo della vettura 2014 perché molte cose l’anno prossimo non cambieranno. Resta il fatto che se ci fosse qualcosa di fondamentale da sviluppare per la prossima stagione non dovremmo assolutamente sottrargli del tempo. Devo dire che però non mi preoccupo di questo: da quando è arrivato Marco Mattiacci tutto si sta muovendo nella direzione giusta, ha le idee chiare e un approccio molto intelligente, anno per anno diventeremo sempre più forti», ha concluso Fernando.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.
x

Vedi anche

fernando-alonso-honda

Formula 1 | Alonso gira con la Honda MotoGP mentre la Spagna lo vuole alla Mercedes

Mentre in Spagna il rumore mediatico attorno al suo ipotetico arrivo alla ...