Home / Piloti / Fernando Alonso / Gian Paolo Dallara: «La Ferrari senza Alonso? Il nulla!»

Gian Paolo Dallara: «La Ferrari senza Alonso? Il nulla!»

Nonostante siano ormai sette gli anni che dividono Fernando Alonso dall’ultimo mondiale vinto, nel 2006 con la Renault, gli attestati di stima, che iniziano a stare un po’ stretti allo spagnolo, non smettono di arrivare. L’iberico, a Maranello dal 2010, non è ancora riuscito a trionfare col Cavallino Rampante, ci è andato vicino, anche più di una volta, ma dovendosi sempre arrendere davanti alla costanza di prestazioni della Red Bull e di Sebastian Vettel. La Ferrari aspettava con impazienza il mondiale 2014, quello che, secondo le carte, avrebbe riportato tutti sullo stesso piano. La Rossa era sicura di dare ai suoi piloti una vettura vincente, una monoposto che avrebbe permesso alla coppia Raikkonen-Alonso di lottare costantemente per il gradino più alto del podio. Quando ormai sono trascorse 8 gran premi, la situazione è impietosa e i pochissimi passi avanti fatti dal Cavallino sono serviti a ben poco.

Se negli anni passati, l’inadempienza della Ferrari nel mondiale costruttori era scaricata tutta sulle spalle di Felipe Massa, per il 2014, a Maranello hanno deciso di correre ai ripari, creando un dream team di piloti, che almeno sulla carta, rappresentava la miglior coppia in assoluto in pista: Alonso e Raikkonen. Fuoco e ghiaccio, due caratteri opposti, due metodologie di lavoro differenti, due approcci diversi alla pista. Lo spagnolo è un bi-campione del mondo (2005-2006); il finlandese vinse proprio con la Ferrari nel 2007. Proprio per Iceman questo è un ritorno in Rosso dopo aver vestito la tuta della Ferrari già nel triennio 2007-2009, prima di essere licenziato proprio per far posto allo spagnolo. Quello del 2009 era un Raikkonen che veniva definito come bollito, rassegnato, non più coinvolto. Eppure le sue prestazioni in Lotus, delle ultime due stagioni, sembravano mostrare l’esatto contrario. Poi l’anonimo ritorno in Ferrari e la convinzione che il Cavallino Rampante riesca, in qualche modo, a rincitrullire i piloti che si siedono al suo volante, una maledizione.

Non sono state poche le gare che, nel 2014, a detta dei tifosi hanno fatto rimpiangere loro Massa. Proprio quel brasiliano, tanto bistrattato dalla tifoseria negli ultimi anni. Eppure sono in tanti, anche quelli che vorrebbero Alonso fuori dalla Ferrari, una scelta che a Maranello non devono neppure prendere in considerazione. «Se la Ferrari non potesse contare su un pilota come Alonso, sarebbe davvero poca cosa. Anche se le Mercedes hanno ancora un certo margine sulla concorrenza, pensate un po’ a cosa avrebbe potuto fare Fernando su una Williams – ha esordito Gian Paolo Dallara sulle pagine di F1passion.it – Comincio a essere rassegnato per questa stagione sportiva».

L’ingegnere italiano e fondatore dell’omonima azienda ha lasciato intendere come, in quel di Maranello, dovrebbero lasciare stare la F14T per concentrarsi esclusivamente sul progetto 2015: «Modifiche se ne possono fare poche ma se sono saggi penseranno a quella che sarà la macchina dell’anno prossimo. Inutile cercare di recuperare 3 decimi su questa macchina, conviene cercare un secondo su quella del 2015. Il Gran Premio d’Austria per la Ferrari ha rappresentato la constatazione assoluta dell’impotenza di fare meglio», ha concluso Dallara.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.
x

Vedi anche

Formula 1 | Aldo Costa allontana l’ipotesi Alonso e sostiene Wehrlein

Non è un segreto che i rapporti tra Fernando Alonso e Aldo ...