Home / Formula 1 2014 / Dopo la morte di Robinson, maggiore preparazione per i commissari a Montréal

Dopo la morte di Robinson, maggiore preparazione per i commissari a Montréal

I commissari che costeggiano il tracciato del Gran Premio del Canada, quest’anno potranno vantare di una maggiore preparazione alle loro spalle. Dopo la disgrazia dello scorso anno, dove morì Mark Robinson, ora per guidare la gru di supporto ai commissari sarà necessaria un accredito particolare. La questione, vagliata dall’ente organizzatore del Gran Premio, è stato un aspetto estremamente curato in questi mesi di preparazione. Lo scorso anno, la vittoria di Vettel sul circuito dedicato a Gilles Villeneuve, venne offuscata dalla tragedia per la morte di un commissario. Era da dodici anni che non si verificavano incidenti mortali in Formula 1, l’ultima vittima era stato un commissario di gara in occasione del GP d’Australia del 2001.

Il suo nome era Mark Robinson, aveva 38 anni e pochi giorni dopo avrebbe festeggiato il suo compleanno. È stato schiacciato dalla gru che stava riportando la Sauber di Esteban Gutierrez ai box. Mark ha trovato la morte, chinandosi per recuperare una radio caduta a terra. Trasportato d’urgenza in elicottero in gravi condizioni è deceduto già nella serata di domenica. A seguito di un’indagine si verificò che l’incidente era stato causato per colpa di una cattiva preparazione dell’addetto alla gru, che nel corso di formazione non ha ricevuto le informazioni adeguate. Ecco perché da questa edizione, la CSST, la Giunta Locale della Sicureza, ha deciso di intensificare la preparazione dei commissari, cercando di evitare altre tragedie come quelle dell’edizione passata.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.
x

Vedi anche

Formula 1 | Vige il silenzio sul tragico incidente di Jules Bianchi

Durante il Gran Premio del Giappone del 2014, sotto una pioggia spaventosa, ...