«Newey corteggiato dalla Ferrari? Solo voci!». Horner minimizza

Anche noi ce ne siamo occupati recentemente. Per una volta il mercato tecnici ruba la scena al mercato piloti e sicuramente sarà un tam tam mediatico destinato a diventare il tormentone del 2014. Adrian Newey tra Ferrari e Red Bull? Solo voci, o qualcosa di più di semplici rumors? Col ritorno della Formula 1 in Europa hanno iniziato a farsi insistenti voci a riguardo di un contatto tra il Cavallino Rampante e il progettista inglese che attualmente svolge il ruolo di Direttore Tecnico in Red Bull. A confermare questi pettegolezzi, al Montmelò si è registrata la presenza in pista di Luca di Montezemolo, ufficialmente in Spagna per stare vicino al team dopo l’addio, nemmeno un mese fa di Domenicali, ufficiosamente per incontrare in gran segreto, lo stesso Newey.

La Ferrari sta affrontando un periodo di grandi cambiamenti e forti scrolloni. L’unica cosa certa è che il numero uno di Maranello ha la seria intenzione di rilanciare un team allo sbaraglio, tanto che, con l’abolizione dei vincoli di bilancio che hanno limitato, e non poco, la gestione di Stefano Domenicali, non si esclude in quel della scuderia italiana l’arrivo di grandi nomi che andrebbero a incrementare lo staff tecnico del Cavallino Rampante. Nonostante le voci di corridoio Chris Horner, team principal della Red Bull, non sembra essere per nulla preoccupato della possibilità di veder scappare Newey in Ferrari, minimizzando così i rumors: «Adrian ha sentimenti quasi paterni per la nostra squadra. Ogni anno ci sono tante storie sul suo futuro, ma non credo andrà via – ha sottolineato il britannico – E’ stato coinvolto nel progetto fin dall’inizio ed è preso più di qualsiasi altro. Si gode il proprio lavoro e le notizie sul suo futuro sono semplici speculazioni», ha concluso Horner.

«Newey corteggiato dalla Ferrari? Solo voci!». Horner minimizza ultima modifica: 2014-05-19T15:10:07+00:00 da Eleonora Ottonello

Autore

Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *