GP Spagna-prove libere, Alonso: «Abbiamo avuto qualche difficoltà»

C’è ottimismo in casa Ferrari, ma non troppo. Guardando i tempi delle prove libere e soprattutto il passo gara, lottare per il podio è fattibile, ma sarà davvero complicato. Questo è il riassunto della prima giornata di test sulla pista di Montmelò per il Gran Premio di Spagna, dove era presente anche Luca Cordero di Montezemolo, ufficialmente per stare vicino al team, ufficiosamente per parlare con Adrian Newey per provare a strappare l’inglese alla Red Bull. Lo spagnolo, sia nelle libere 1 che 2, ha accusato un ritardo medio di 1 secondo e 6 decimi dalle Mercedes di Hamilton e Rosberg, davvero imprendibili.

«Oggi in pista c’era poco grip e in generale abbiamo avuto qualche difficoltà in più, derivata da una serie di fattori tra cui una pista meno gommata del solito, un minor carico aerodinamico rispetto al passato e una scelta delle mescole a mio giudizio troppo conservativa per questo tracciato – ha confidato Alonso in conferenza stampa – Adesso ci attende molto lavoro per cercare di ottimizzare il bilanciamento della vettura ed ottenere il massimo anche se in circostanze poco favorevoli. Dobbiamo essere più bravi degli altri ad apportare le modifiche necessarie e adattarci in tempo per le qualifiche».

Autore

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*