F1 2015: diminuire i costi girando solo in una sessione di libere?

La Formula 1 alla volta del risparmio. Recentemente i team si sono riuniti a Londra dove hanno discusso del futuro della Formula 1 e dove, hanno cercato di trovare un accordo sul budget cap, il tetto di spesa di circa 145 milioni di euro massimo, sopra al quale le differenti scuderie non dovranno sforare. Se il cost cap non è mai andato giù ai team, come del resto si era visto anche negli anni scorsi, i responsabili presenti a nella capitale britannica hanno suggerito una serie di misure di contenimento spese che possiamo definire fantozziane. Una delle prime ipotesi circolate riguarda le sessioni di test in pista. Dopo essersi battuti per avere delle prove in season, dove poter pensare allo sviluppo della vettura, i team principal starebbero valutando l’dea di ridurre le prove libere del venerdì ad un solo turno di 90 minuti, con le monoposto dirette in parco chiuso.

La volontà, assecondata soprattutto dai team più piccoli, andrebbe a svantaggiare maggiormente gli organizzatori delle gare, i tifosi che hanno lautamente pagato per stare in tribuna e i giovani piloti, che vedrebbero le loro possibilità di poter calarsi in un abitacolo di Formula 1, veramente ridotte al minimo. Ma per il 2015, c’è anche chi ha avuto il coraggio di ipotizzare un’abolizione delle termocoperte per le gomme Pirelli, una scelta azzardata e pericolosa.

Autore

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*