Marussia Motors lascia il team di Formula 1

È divorzio tra la Marussia Motors e la Marussia F1 Team. La casa automobilistica russa, diventata azionista di maggioranza dell’ex team Virgin Racing nel 2011, ha deciso di uscire ufficialmente dalla Formula 1. L’obiettivo dell’azienda era quello di sfruttare la presenza nel Circus per la commercializzazione di due supercar, le Marussia B1 e B2 ma il progetto sembra non aver avuto i risultati sperati tanto da convincere l’azienda a un clamoroso passo indietro uscendo definitivamente dalla classe regina del Motorsport. La conferma arriva anche da Tracy Novak, portavoce della Marussia: «Il progetto del lancio delle supercar era ambizioso ma non ci sono stati i risultati sperati. La nostra uscita dal team non creerà alcun impatto sulle operazioni di Formula 1. Non ci sono collegamenti tecnici, né finanziari, tra le due società».

La proprietà della scuderia anglo-russa dovrebbe passare dalla Marussia Motors alla Marussia Communications Limited, anche se per ora non ci sono conferme sul passaggio di proprietà: «Il team di Formula 1 ha avuto un buon inizio di stagione 2014 e guarda avanti con l’obiettivo di realizzare le sue ambizioni sportive». Si, perché grazie al 13esimo posto ottenuto da Max Chilton in Bahrain, la Marussia occupa attualmente il decimo posto nel mondiale costruttori.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *