Home / Team / Infiniti Red Bull Racing / Lauda: «Vettel è viziato e ha dimenticato come si guida una macchina inferiore»

Lauda: «Vettel è viziato e ha dimenticato come si guida una macchina inferiore»

GP di Cina, gara difficile per il 4 volte campione del mondo Sebastian Vettel che è stato battuto ancora una volta dal proprio compagno di squadra Daniel Ricciardo, il quale sembra aver risentito meno delle mancanze della RB10. Secondo Niki Lauda il campione tedesco ha perso la dimestichezza con le monoposto inferiori.  «Non sa dare il massimo con una vettura che non sia la migliore del paddock. E’ stato viziato negli anni d’oro della Red Bull con vittorie, record e doppiette, ma ora quel tempo è finito e la squadra che domina non è più la sua. Ricciardo è arrivato nel momento giusto: una novità nella novità. L’anno scorso se ci fosse stato Daniel in Red Bull, Vettel lo avrebbe stracciato grazie all’esperienza, all’abitudine e all’incredibile combo tra se stesso e la RB9 numero 1. Ma ora che tutto è diverso, tutti e due sono partiti da zero e per Seb non è stato psicologicamente facile distaccarsi dalla supremazia che aveva nell’era dei V8. »

Giunge Massa a corroborare quanto dichiarato da Lauda: «Vettel è molto sotto pressione perché la sfida è aperta, a differenza di quanto accadeva con Webber, che faceva sempre lavoro di squadra. Ricciardo è fortunato ad essere approdato in Red Bull perché ha molto talento, è velocissimo e sicuramente emergerà il meglio di lui. Il team vuole supportare anche Daniel, quindi Sebastian non ha tutto il team per sè. Vettel ha trovato un ostacolo per la via e questa è una situazione che deve superare se vuole confermare i propri risultati da capogiro compiuti fino a sei mesi fa». Insomma è giunto il momento per Vettel di dimostrare quel “qualcosa” di cui si è parlato fino alla fine del 2013, quando si dimostrava plutonico al volante della RB9. Riuscirà a far riaffiorare il quattro volte campione del mondo che è in lui anche con la RB10? Riuscirà a reggere il peso di tutti i team radio, i sorpassi e le domande ai quali è sottoposto? Il tempo lo dirà, ma l’oro di questo periodo per il 26 enne di Heppenheim inizia a svanire.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto

Scritto da: Beatrice Zamuner

Beatrice Zamuner
Mi chiamo Beatrice, ho 18 anni e frequento il Liceo Classico Franchetti a Mestre. Faccio parte di f1world da 2 anni, mentre dal giugno 2016 collaboro per rachf1.com, in inglese. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Ho una venerazione per il circuito di Monza e ogni anno faccio il conto alla rovescia per sapere quanto manca al Gp d’Italia. Da grande spero di diventare una giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.
x

Vedi anche

Formula 1 | Ferrari… segnali incoraggianti dalla monoposto 2017

La stagione 2016 si è conclusa da qualche settimana, ciò nonostante in ...