Home / Formula 1 2014 / Lauda punzecchia Montezemolo: «La F1 non piace a chi perde, è ridicolo!»

Lauda punzecchia Montezemolo: «La F1 non piace a chi perde, è ridicolo!»

Niki Lauda non ha peli sulla lingua. A quasi una settimana dal Gran Premio del Bahrain, uno dei più belli e combattuti degli ultimi anni, lo storico Patron della Mercedes ha deciso di rispondere alle critiche che, a parere suo, stanno distruggendo la Formula 1. Sulla graticola sono finiti Bernie Ecclestone e Luca Cordero di Montezemolo accusati di infierire contro il Circus solamente perché il 2014 si sta mostrando come un’annata marchiata Mercedes, un monologo che non va giù a Ecclestone per questioni di spettacolo, e a Montezemolo che, ancora una volta, deve assistere alla plateale sconfitta della Ferrari.

La Mercedes si è aggiudicata, praticamente senza rivali, le prime tre gare dell’anno, una supremazia caratterizzata dal ritorno dei motori turbo: «Ecclestone e Montezemolo sbagliano. Tutti criticano la Formula 1 solo perché la Mercedes vince – sostiene Lauda al magazine Autosport – Adesso, a causa di diversi fattori, stiamo distruggendo il nostro sport. Tutto è cominciato in Australia, perché gli organizzatori del Gp si sono lamentati per il livello del rumore. E Bernie dal primo giorno si è lamentato per lo stesso motivo». Ha continuato l’austriaco: «Se Ron Howard avesse detto ‘Faccio il film Rush e posso anticiparvi che sarà il peggior film di tutti i tempi’, avrebbe di certo scoraggiato la gente ad andarlo a vedere. Ecco, questo è quanto sta accadendo nel nostro sport».

Le critiche di Montezemolo sono più recenti. Nel paddock di Sakhir, il manager italiano aveva dichiarato che la Formula 1 non piace più a piloti, tifosi, giornalisti. Non piace a nessuno. Peccato che a smentirlo sia arrivata la gara del Bahrain: «Ci si è messo anche il Presidente della Ferrari a disapprovare il quantitativo di carburante, tutti hanno voluto esprimere pubblicamente il proprio problema. Un approccio a mio parere davvero stupido e lo dico da persona comune e non da rappresentante Mercedes. E’ ridicolo e ingiusto che ci siano tante rimostranze solo perché un team si è dimostrato più forte degli altri in queste prime gare».

«Come mai negli anni passati quando Vettel vinceva a ripetizione nessuno ha mai detto niente? Grazie a dio il dominio Red Bull è finito e ora c’è qualcun’altro. Credo che sia la cosa migliore per uno sport», ha concluso Lauda.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.
x

Vedi anche

jules-bianchi

Formula 1 | Vige il silenzio sul tragico incidente di Jules Bianchi

Durante il Gran Premio del Giappone del 2014, sotto una pioggia spaventosa, ...