Home / Piloti / Lewis Hamilton / Hamilton e Rosberg: lotta fratricida che può valere un titolo

Hamilton e Rosberg: lotta fratricida che può valere un titolo

È vero, sono passate appena tre gare, eppure forse più delle altre volte, il risultato sembra scontato. La Mercedes è la monoposto più forte e il distacco dalle altre è abissale. Con il congelamento dei motori, gli uomini di Stoccarda non si lasceranno scappare la possibilità di andare a prendersi entrambi i mondiali ma tra i piloti, quello più in forma si dimostra ancora una volta Lewis Hamilton. L’inglese di Brackley l’ha spuntata nuovamente nel duello interno alla Mercedes, vincendo anche in Bahrain su Nico Rosberg. Se in Malesia Lewis aveva preso da subito il volo, a Sakhir sono serviti una serie di sorpassi e controsorpassi per far capire al compagni di squadra come stiano veramente le cose, altro che Formula Noia!

Nonostante Hamilton, con gomme a mescola media, si sia dovuto difendere soprattutto nel finale da Rosberg, che montava le Soft, tutto è finito per il meglio: «Sono molto contento perchè finalmente sono riuscito a vincere anche qui, dove non lo avevo mai fatto in passato – ha commentato il vincitore – Nico ha guidato benissimo per tutta la corsa e credo che il nostro sia stato un duello molto onesto. Non è stato facile tenerlo dietro alla fine, anche perchè lui era molto veloce con le gomme morbide, quindi ho dovuto spingere al massimo fino alla fine e quando ho passato il traguardo è stato davvero un sollievo».

Anche se il più accreditato fra i due alla vittoria finale è Lewis Hamilton, Rosberg dalla sua non vorrà farsi scappare un’occasione così ghiotta. Due personalità differenti: Nico è più calcolatore ma perde sul talento puro. Il tedesco ha meno pressione addosso rispetto al teammate e la costanza a punti potrebbe essere la sua più fidata alleata: «Ovviamente non mi piace arrivare secondo dietro a Lewis, ma sicuramente questa è stata una delle gare più belle della mia carriera – ha sottolineato Nico – Credo che abbiamo regalato un grande spettacolo a tutti gli appassionati che hanno guardato la corsa, con un duello che comunque è stato sempre molto sportivo. La cosa certa è che in Cina proverò di nuovo a battere Lewis».

Condividi questo articolo se ti è piaciuto

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.
x

Vedi anche

Formula 1 | Pastor Maldonado sul suo futuro: “Il ritiro di Rosberg, mi avrebbe potuto…”

Alla fine del 2015, Pastor Maldonado salutava la Formula 1 dopo cinque ...