Ayrton Senna in libreria: rassegna editoriale

Mancano tre giorni al ventennale della morte di Ayrton Senna. Il pilota brasiliano, morto sulla pista di Imola in occasione del Gran Premio di San Marino, non è scomparso. Anche le nuove generazioni, quelle che non hanno visto correre il campionissimo di Formula 1 hanno saputo conoscerlo e amarlo attraverso i video, i racconti chi chi l’era Senna l’ha vissuta e con i numerosi libri che non hanno mai smesso di inondare le librerie di mezzo mondo. Come del resto era prevedibile, anche in occasione di questa importantissima data, attesa con grande fragore dai fans della Formula 1 e in particolar modo da quelli di Ayrton, per chi volesse approfondire qualche passaggio della vita del campionissimo, ha solamente l’imbarazzo della scelta.

Senna, il destino di un campione
di Richard Williams
ed. Sperling & Kupfer
14,45€

Senna, in viaggio con Ayrton
di Leo Turrini
ed. Imprimatur Editore
12,75€

Suite 200, l’ultima notte di Ayrton Senna
di Giorgio Terruzzi
ed. 66thand2nd
12,75€

Senna, cronaca di una tragedia
di Franco Panoriti
ed. Absolutely Free Editore
12,75€

Immortale. Ayrton Senna campione di tutti
di Beppe Donazzan
ed. Ultra
8,41€

Ayrton Senna, le immagini del mito
di Sergio Meda
ed. Capricorno
9,90€

Ayrton Senna. Le leggende dello sport a fumetti
ed. Editoriale Cosmo
3,50€

«Lassù non ci sono muretti…» 1994-2014. Un ricordo lungo vent’anni
di M. Cantelli
ed. Il Nuovo Diario Messaggero
10,00€

Autore

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *