Home / Formula 1 2014 / La sparata della ‘Gazza’: Schumacher respira da solo! La famiglia smentisce

La sparata della ‘Gazza’: Schumacher respira da solo! La famiglia smentisce

Sono passati oltre due mesi dal terribile incidente sugli sci eppure le condizioni di Michael Schumacher rimangono ancora stazionarie. Le indiscrezioni sono sempre troppe, arrivano da fonti più o meno autorevoli. A mancare sono i comunicati stampa, gli aggiornamenti da parte della famiglia o dell’équipe medica che sta seguendo il lento trascorso del sette volte campione del mondo. La decisione di alzare un vero e proprio muro tra Schumacher, la stampa e i tifosi, è il principale motivo per il quale, dallo scorso 29 dicembre, ogni giorno se ne leggono veramente di tutti i colori: il tedesco è morto, parla, si è risvegliato dal coma, è stato colpito da polmonite.

Questa mattina i tifosi di Schumacher avevano tirato un sospiro di sollievo aprendo la prima pagina de La Gazzetta dello Sport che titolava «Michael Schumacher respira da solo». Peccato che la notizia è stata smentita pochissimo dopo. Stando alla ricostruzione fatta nel pezzo, e che porta la firma di Pino Allievi, ad assistere ogni giorno l’ex ferrarista sarebbe sempre presente la moglie Corinna, che continua a sussurrargli parole all’orecchio nella più assoluta «intimità sacrale». I figli, Gina Maria e Mick jr, correrebbero dal padre non appena gli impegni scolastici glielo permettano con le presenze costanti di Jean Todt, che gli parlerebbe in inglese come ai tempi dei trionfi in Rosso, e Ross Brawn, che gli farebbe ascoltare registrazioni audio box-pista delle vecchie gare.

Ogni volta che esce qualche nuova notizia, positiva o negativa, arriva sempre il la smentita da parte della famiglia Schumacher, come in questo caso: «Michael si trova sempre in una fase di risveglio. La situazione clinica è immutata – ha spiegato Sabine Kehm, portavoce del sette campione del mondo – Ogni informazione medica, che non è confermata dall’equipe sanitaria o dal management deve essere considerata infondata». Siamo allo stesso punto di partenza, quindi. La famigerata fase di risveglio nella quale versa il pilota tedesco dal 30 gennaio scorso, consiste in una diminuzione progressiva dei sedativi.

L’ennesima brutta figura della Gazza che ha creato critiche e malumori tra gli appassionati sul proprio portale web e sui social network. In particolar modo è stato duramente attaccato Pino Allievi, il responsabile della redazione motori del quotidiano sportivo, che, secondo i tifosi è accusato di aver pubblicato una bufala per far fronte alla crisi che attanaglia il mondo della stampa.

Silvia Gallo

Condividi questo articolo se ti è piaciuto

Scritto da: Redazione

Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.
x

Vedi anche

Formula 1 | Vige il silenzio sul tragico incidente di Jules Bianchi

Durante il Gran Premio del Giappone del 2014, sotto una pioggia spaventosa, ...