Home / Formula 1 2014 / GP Autralia 2014, Pat Fry: «L’affidabilità, fattore chiave del 2014»

GP Autralia 2014, Pat Fry: «L’affidabilità, fattore chiave del 2014»

Il GP d’Australia di questo weekend è la gara di Formula 1 più attesa da molti anni a questa parte. Se la categoria era diventata piuttosto prevedibile negli ultimi anni, questa stagione promette di essere all’opposto: impossibile prevedere chi vincerà il primo appuntamento stagionale a Melbourne anche perché la domanda principale è: chi finirà la corsa? O, addirittura, chi la inizierà? Durante i test invernali l’aspetto su cui si è lavorato di più è stato quello dell’affidabilità ma adesso è tempo di scendere in pista e, pronti o meno, i team devono cominciare a concentrarsi sul weekend di gara.

«Dal punto di vista meccanico c’è un enorme incremento della complessità delle vetture e quindi nei test ci siamo esercitati, proprio in vista di Melbourne, anche sull’assemblaggio della monoposto e sulla sostituzione di componenti in modo da essere pronti ad ogni evenienza – ha detto a www.ferrari.com il direttore dell’Ingegneria della Ferrari, Pat Fry – Durante i test abbiamo lavorato 24 ore al giorno dandoci i cambi per essere sicuri che la F14 T fosse pronta, perché a Melbourne ci saranno delle restrizioni regolamentari sugli orari nei quali è consentito lavorare». L’inglese ammette che quest’anno il weekend di gara potrebbe essere completamente diverso rispetto al passato: «Negli ultimi anni l’affidabilità delle vetture di Formula 1 è stata incredibile, ma in questa stagione la complessità dei progetti metterà la resistenza delle monoposto molto più a dura prova, specialmente in qualifica e in gara».

Le preoccupazioni legate all’affidabilità domineranno le prime gare, la gestione del nuovo power train promette di essere un lungo puzzle da mettere insieme per piloti ed ingegneri. «In certe gare saremo al limite con il carburante e dovremo fare del nostro meglio per economizzarlo – spiega Fry – Di fatto il nostro obiettivo per la gara sarà trovare il bilanciamento migliore tra il tipo di potenza, elettrica e termica, e il consumo». Una volta che i team avranno trovato questo bilanciamento si dovranno preoccupare dei fattori tradizionali legati alle prestazioni dell’aerodinamica e delle gomme che certamente saranno presenti anche quest’anno. L’ambito in cui la Ferrari non ha preoccupazioni è quello relativo ai piloti: Fernando Alonso e il suo nuovo compagno di squadra, Kimi Raikkonen, mettono sul piatto a Melbourne tre titoli mondiali e tre vittorie sulla pista di Albert Park.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.
x

Vedi anche

Formula 1 | Vige il silenzio sul tragico incidente di Jules Bianchi

Durante il Gran Premio del Giappone del 2014, sotto una pioggia spaventosa, ...