Home / Formula 1 2014 / Flowgate 2014: la Gill Sensors risponde alla Red Bull

Flowgate 2014: la Gill Sensors risponde alla Red Bull

La saga che sembra non avere fine. Dopo l’esclusione della Red Bull numero 3 di Daniel Ricciardo dal Gran Premio d’Australia per il consumo irregolare di carburante che ha ecceduto il limite fissato in 100 kg/h, è partito un diretto botta e risposta tra team anglo-austriaco e Federazione internazionale che ha accusato gli uomini di Milton Keynes di aver violato l’articolo 3.2 del Regolamento Sportivo e l’articolo 5.1.4 del regolamento tecnico di Formula 1. La Red Bull ha affermato che avrebbe fatto ricorso, ma, alla visione delle carte ufficiali, l’unico modo per dimostrare la propria innocenza davanti all’organo che governa il Circus sarebbe riuscire a portare delle prove contro la Gill Sensors, l’azienda fornitrice del sistema di rilevamento del flusso di benzina.

Dopo le esternazioni di Christian Horner arrivate a seguito della conferma della squalifica di Ricciardo, giunte tramite comunicato ufficiale, la Gill Sensors, denigrata per aver fornito un flussometro non adeguatamente studiato, ha deciso di rispondere alle accuse del team principal della Red Bull: «Dopo il Gp d’Australia la FIA ci ha dato un giudizio positivo in merito alla performance della nostra apparecchiatura esprimendo altresì fiducia nel misuratore che incontrerebbe perfettamente la specifiche di accuratezza ricercate – si può leggere nella nota ufficiale – Ci teniamo a precisare che lo sviluppo dello strumento, che si avvale di tecnologia ad ultrasuoni, è stato portato avanti con la consultazione di diversi team per avere un parere interessato su design e funzionalità e che la sua taratura è affidata ad un organo terzo».

Condividi questo articolo se ti è piaciuto

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.
x

Vedi anche

Formula 1 | Vige il silenzio sul tragico incidente di Jules Bianchi

Durante il Gran Premio del Giappone del 2014, sotto una pioggia spaventosa, ...