Rush premiato per il miglior montaggio ai Bafta ma è fuori dagli Oscar

Nonostante gli ottimi risultati al botteghino e il consenso ottenuto, anche da chi non è un appassionato di Formula 1, Rush, la pellicola di Ron Howard che ripercorre la storica rivalità tra Niki Lauda e James Hunt nella stagione del 1976, ai Bafta Awards ha portato a casa solamente un premio, come miglior montaggio, a dispetto delle quattro candidature. La cerimonia di premiazione, avvenuta alla Royal Opera House di Londra, non ha portato le onorificenze attese, una delle quali era proprio il premio a Daniel Brühl come miglior attore non protagonista.

E a livello cinematografico continuano le delusioni: nonostante le due nomination ricevute ai Golden Globe e quelle ai VES Awards, Rush non si è accaparrata nemmeno una candidatura agli Oscar. Ma gli appassionati italiani possono stare tranquilli, visto che l’uscita in DVD del film è prevista per il 20 febbraio.

Autore

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *