Michael Schumacher vince contro la polmonite ma a quando il risveglio?

Continuano in ospedale i giorni di Michael Schumacher. Dopo le brutte notizie dei giorni scorsi, il sette volte campione del mondo, tenuto in coma indotto dallo scorso 29 dicembre, «ha già vinto la sua battaglia contro l’infezione polmonare». Questo è quello che riporta la Bild precisando che la malattia, che aveva contratto qualche giorno fa, non rappresenta più un pericolo per la sopravvivenza di Schumacher. Proprio ieri la famiglia del tedesco, attraverso la portavoce Sabine Kehm, aveva fatto sapere di credere fortemente nella ripresa dell’ex ferrarista, in fase di risveglio progressivo dal coma nell’ospedale di Grenoble, un processo che secondo i medici potrebbe durare anche alcuni mesi.

Schumacher, è ricoverato presso l’Ospedale Universitario ormai dallo scorso 29 dicembre in seguito a una caduta sugli sci sulle piste di Meribel. Dopo un mese di coma, la sua portavoce ha emesso un comunicato stampa in cui informava come il tedesco avesse intrapreso la fase del risveglio attraverso una progressiva riduzione della terapia farmacologica. Poi il buio del 6 febbraio dove, qualche bontempone, ha riportato sui social network la notizia della presunta morte cerebrale di Schumacher, velocemente smentita da una voce dell’Ospedale.

Autore

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *