Home / Formula 1 2014 / Luca di Montezemolo ministro per Renzi. E la Ferrari?

Luca di Montezemolo ministro per Renzi. E la Ferrari?

L’ultimo giorno da sindaco di Firenze, Matteo Renzi lo ha trascorso nel capoluogo toscano, lontano dalle consultazioni e dai partiti. Se l’incarico di premier sembrava potesse giungere già lunedì, anche se ci sono ancora alcune incertezze, sembra che la squadra dei ministri sia a buon punto. Tanti sono i nomi nuovi della lista Renzi, che da ieri sembra aver puntato tutto su Luca di Montezemolo. All’attuale numero uno della Ferrari, sarebbe indirizzato un un ministero di peso, come ad esempio quello dello Sviluppo Economico, o un incarico studiato su misura, del Made in Italy, col compito di occuparsi della promozione dell’Italia all’estero, un ministro aggiunto. Ma a un patto: Montezemolo naturalmente dovrà lasciare la guida del Cavallino Rampante.

Nel caso l’attuale presidente della Ferrari decidesse di accettare la proposta di Renzi, nonostante il rifiuto fatto a Mario Monti per entrare nel Governo Tecnico del 2011, sarà obbligato a lasciare gli uffici della Rossa, dove comanda dalla fine del 1991, con inevitabili ripercussioni sportive sul Cavallino Rampante e nella Formula 1. Le sue possibili dimissioni, che giungerebbero dopo quelle di Bernie Ecclestone ma per altri motivi, potrebbero portare la Ferrari a un peso sempre minore tra i Costruttori del Circus. Sono lontani i tempi di un Montezemolo presidente della Fota, quando il numero uno di Maranello aveva ipotizzato alcune modifiche nella gestione della Formula 1, radicali, tanto da proporre un passaggio di controllo dalla CVC direttamente ai Costruttori nella speranza di vedere i team maggiormente coinvolti nelle scelte da approvare.

Ma il Circus è soltanto il problema marginale di quelle che potrebbero essere le dimissioni di Luca di Montezemolo, perché il vero terremoto si scatenerebbe internamente alla Ferrari: chi prenderà il posto del bolognese? Le piste da scegliere sarebbero due: uno dei potenziali candidati potrebbe essere Amedeo Felisa, attuale Amministratore Delegato del Cavallino Rampante, che lavora a Maranello dal 1990, ossia quando assunse l’incarico di Direttore Tecnico, ma le strade sembrano portare direttamente a Lapo Elkann, vice dello stesso Montezemolo durante la presidenza FIAT e casella importante per mantenere vivo il rapporto tra Cavallino Rampante e famiglia Agnelli.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.
x

Vedi anche

Formula 1 | Vige il silenzio sul tragico incidente di Jules Bianchi

Durante il Gran Premio del Giappone del 2014, sotto una pioggia spaventosa, ...